Di recente hai notato che il tuo partner fa rumore quando mastica? Che sistema la spesa nel frigorifero in modo assurdo? Che il suo consumo di carta igienica / sapone / snack è notevolmente cresciuto?  Che la genitorialità non è uno dei suoi punti di forza? Se è così, potresti essere in una relazione di coppia durante una pandemia.

Dato che il coronavirus ci sta obbligando a trascorrere la stragrande maggioranza del nostro tempo a stretto contatto del partner, dobbiamo organizzarci attraverso nuovi modi di lavorare, vivere, essere genitori e andare d’accordo. La buona notizia è che ora le coppie hanno molte opportunità e insieme hanno il tempo di affrontare quei problemi che avevano evitato. La cattiva notizia è che ora,  vivono quei problemi che avevano evitato e sono sotto pressione.

“L’ansia è dilagante e le persone potenzialmente stanno assorbendo un po’ di quella ansia l’una dall’altra”, dice Julie Schwartz Gottman, che ha co-fondato il Gottman Institute e ha scritto diversi libri di successo con suo marito John. “Quindi le relazioni che sono un po’ instabili, scomode, vivono una certa tensione e non sanno come affrontare insieme lo stress, possono precipitare verso il basso come risucchiate da una spirale.”

In effetti, dopo che i casi COVID-19 hanno iniziato a placarsi in Cina e le persone sono state in grado di uscire di nuovo, è stato rilevato un aumento di separazioni e divorzi. 

Lo stress di avere i bambini lontano dalla scuola, ma non dalle responsabilità scolastiche, e la tensione finanziaria vissuta dalle famiglie che perdono improvvisamente parte del loro reddito può spingere le coppie sull’orlo della crisi. A tutto ciò si aggiunge la paura che i membri della famiglia si ammalino, i disaccordi su ciò che costituisce l’isolamento sociale e l’incertezza sulla durata di questa strana nuova routine. 

Perfino le coppie che stavano bene prima del coronavirus, potrebbero aver bisogno un po’di aiuto nei prossimi mesi. Come sopravvivere a queste circostanze senza precedenti?

Ecco alcuni consigli per affrontare la sfida della pandemia:

Evita di criticare il partner

 Non è il momento di evidenziare errori. in realtà criticare il partner non è quasi mai una buona scelta, soprattutto quando si tratta di soldi. È così facile puntare il dito e dire: ‘Te l’ho detto che non avresti dovuto fare quel lavoro!.’” Invece, ora è il momento di apprezzare. “È davvero importante per le persone evidenziare ciò che i partner stanno facendo bene ed esprimere apprezzamento per questo”, afferma Julie Gottman, aggiungendo che alcuni di essi possono riguardare piccoli gesti. “Ringraziali per aver preparato il caffè, anche se è per l’ennesima volta.” Helen LaKelly Hunt, raccomanda di dire al parner tre cose che abbiamo apprezzato di lui quel giorno prima di andare a dormire. Anche se non riesci a sopportarli, elencare i loro fallimenti è solo una cattiva strategia. ” Se vuoi essere emotivamente vicino, non puoi essere critico”, afferma Harville.

Sii più curioso che furioso

Con tutte le nuove responsabilità assunte dal coronavirus, può sembrare che il partner non stia facendo abbastanza o ci abbia deluso, ma è più probabile che siano solo distratti, affamati o che abbiano motivazioni invisibili per te. Lo stress elevato mette sempre in evidenza le capacità relazionali delle persone, o la mancanza di esse.  Inoltre lo stress innesca anche ricordi del passato e tendiamo a rispondere al presente come abbiamo fatto in passato. In ogni caso, fare una domanda al tuo partner e ascoltare davvero la risposta prima di prendere una posizione su un argomento può avere un effetto positivo, dandoci un momento per mettere in pausa e impegnare le nostre funzioni cognitive più sofisticate. Parlare è la cosa più pericolosa che le persone fanno, soprattutto quando sono stressate.

Lascia che il tuo partner viva emozioni negative riguardo alla pandemia

I partner non vedranno necessariamente le cose come le vediamo noi. Ciò non significa che si sbagliano. Quando non sei d’accordo con l’approccio del tuo partner alla pandemia, fai del tuo meglio per capire a cosa sta realmente pensando invece di respingerlo. Probabilmente il tuo partner sta esaminando le informazioni sui virus in modo diverso. Prova ad entrare in empatia, il che significa che fai del tuo meglio per individuare quale emozione sta esprimendo il tuo partner.  In questi casi cerca di praticare l’ascolto attivo, cioè ascolta ciò che l’altro dice e prova a ripeterlo con parole tue. Se non riesci a capirlo, dì semplicemente:” Sembri davvero sconvolto o sembri stressato “, sono espressioni che includono tutto e consentono conversazioni sicure, che evitano di arrivare allo scontro.

Dedica un po’ di tempo a te stesso

Se possibile, dedica un po’ di tempo a te stesso, anche se è solo per mezz’ora al giorno, ciò può rendere necessario trovare un compromesso reciproco con il partner per avere un po’ di tempo lontano dai bambini o dalle faccende domestiche per. Può essere difficile ritagliarsi uno spazio in solitudine. Prova a trovare un modo di essere separato dal partner per qualche giorno, senza vedersi o sentirsi.

Organizza in modo flessibile la tua quotidianità

Pianifica la tua giornata in modo da distribuire le diverse attività nelle fasce orarie a te più consone lasciando sempre uno o più spazi vuoti in modo da non sentirti troppo vincolato e riservare un po’ di tempo all’ozio.

Concorda un appuntamento per le tue discussioni

Se un bisticcio apparentemente insignificante vi sta improvvisamente sfuggendo di mano, prima che l’escalation diventi distruttiva è consigliabile interrompere per almeno mezz’ora ma non per più di 24 ore. Uno dei due partner chiama un timeout e propone un momento in cui torneranno e continueranno la conversazione. Quindi ci si allontana gli uni dagli altri e si fa qualcosa che li aiuti a calmarsi , tutto ciò che consenta di abbassare la sensazione di essere inondati dalla tensione.

All’ora stabilita si riprende la discussione e i partner possono lavorare su una soluzione solo dopo aver potuto affermare il punto di vista reciproco con soddisfazione dell’altra persona. “Il novantacinque percento del lavoro riguarda la comprensione del punto di vista del tuo partner”, afferma John Gottman.

Rispetta i confini invece di renderli invisibili

Anche se lui o lei potrebbe non sembrare occupato, il tuo partner non è solo un contenitore vuoto in attesa di pensieri e bisogni. Può essere preferibile chiedere prima se è un buon momento”. L’altro partner può dire:” Beh, in realtà non è un buon momento ora, ma fra 10 minuti. ” Quando si vive a stretto contatto tutto il giorno, non intromettersi nel tempo e nei pensieri dell’altro diventa ancora più importante.

Chiedi quello che desideri

Il tuo partner è probabilmente una persona meravigliosa ma quasi sicuramente non è in grado di leggere nella mente. Devi spiegare le tue esigenze e devi essere specifico. “Mi piacerebbe se potessi pianificare la cena” è ampiamente preferibile a “Devi aiutare di più in casa”, per molte ragioni, proprio come “Potresti strofinarmi la schiena?” è più efficace di “Potresti farmi sentire meglio?”.

In realtà è molto più facile a dirsi che a farsi, nelle sedute di terapia di coppia quando chiedo ai partner cosa vogliono, a volte non lo sanno. Gli uomini non sanno cosa vogliono; sono stati educati a sopprimere i loro sentimenti. Le donne sono così abituate a prendersi cura degli altri, spesso sono diventate invisibili a sè stessecosa vogliono. Ma se non chiedi quello che vuoi, non lo otterrai. A volte la situazione cambia così rapidamente che il partner non noterà tutto ciò di cui l’altro ha bisogno o desidera. Quindi chiedi.

Se tutto il resto fallisce, prova con l’umorismo 

Ridere della situazione o di te stesso (non del partner ) può fornirci un grande sollievo dallo stress.